METALHEAD, il primo film sul Black Metal

NF650 METALHEAD.indd

Ottava fatica del regista islandese Ragnar Bragason, “Màlmhaus” (nelle sale europee “Metalhead” ovvero “metallaro”) è,ad oggi, il primo film che porta nelle sale cinematografiche il Black Metal.

Siamo nei primissimi anni 90, agli esordi della seconda ondata del Black Metal Norvegese, Màlmhaus narra la storia di una ragazza di nome Hera (Thora Bjorg Helga),all’inizio del film dodicenne, che vede morire il fratello Baldur in un tragico incidente. Di quì entrerà in un vortice nero, incolpandosi per l’accaduto. La musica i poster degli Iron Maiden e dei Metallica nella stanza del fratello la faranno avvicinare a questo mondo. La possibilità di impugnare la sua chitarra e urlare il proprio dolore la renderanno diversa, specialmente davanti agli occhi del piccolo paesino in cui vive.

640x433xMetalhead-2-300dpi.jpg.pagespeed.ic.BCPabX2O2jHera si ritroverà completamente da sola a convivere con il suo dolore, visto che nessuno ha il coraggio di avvicinarla. Passano in televisione le immagini dell’Inner Circle, i Mayhem e le prime chiese in fiamme ed è quì che Hera scopre dell’esistenza del Black Metal, l’ala più estrema della musica metal, perfetta per incarnare le sue sofferenze. Nel corso del film si estranierà sempre di più, sino a rischiare la sua stessa vita. Troverà un prete, forse il prete più ganzo del mondo,che la aiuterà in questo suo percorso. Solo il finale risulta essere un tantino deludente (e che eviterò di rivelare)

1404331608_malmhaus1Le urla strazianti, i ritmi serrati delle percussioni mentre Hera suona davanti alla tomba del fratello sono un vero pugno nello stomaco,che fanno capire allo spettatore quanto, in fin dei conti, nonostante la crudezza delle note,si nasconda dietro un volto così terrorizzante in bianco e nero,una persona come tutte le altre,che grida al mondo il suo incurabile dolore.

670x280x970UkaL-670x280.jpg.pagespeed.ic._7EI59GwAsMàlhmaus è un film che mi ha particolarmente commosso perchè,da fan accanito del Black Metal,sono rimasto davvero sorpreso nel vedere che qualche regista potesse trattare l’argomento. Bragason stupisce, analizza il forte dolore che c’è alla base di una scelta di vita così drastica. Anche se non risulta del tutto convincente.

málmhausSe è vero che il Black Metal è un genere di nicchia e che difficilmente lo si ascolta, è anche vero che non tutti i black-metalhead si sono avvicinati alla musica per un “disagio giovanile”, e sicuramente non tutti devono essere “curati” dal cristianesimo. Su questo forse il regista pecca di Hýbris cercando di fornire un unica chiave di lettura per un mondo troppo vasto quale il Black Metal.

CURIOSITA’

Il nome del fratello di Hera è Baldur, come la divinità Norrena. L’aneddoto più celebre che lo riguarda narra della sua uccisione.

DoeplerBaldursKillingNell’Edda si narra che Baldr (in Islandese moderno Baldur) è figlio di Odino e di Frigga e fratello di Hodh, il Dio cieco; è il più bello e il più amato fra gli dei, ma è destinato a morire. Egli stesso infatti dopo innumerevoli incubi di morte decide di rivolgersi alla madre per cercare una soluzione. Frigga per proteggere Baldr decise di far giurare a tutti gli esseri sulla terra che mai nessuno avrebbe dovuto fargli del male. Solo il vischio,nato dopo il giuramento, fù escluso. Ogni giorno tutti si radunavano in cerchio attorno al Baldr lanciandogli qualsiasi cosa,senza che lui potesse mai essere ferito. Un giorno Loki,una divinità alquanto controversa nella mitologia Norrena, decise di porre in mano al Dio Cieco una freccia fatta di vischio. Egli la scaglia contro Baldr uccidendolo. La sua morte è il preludio alla catastrofe finale degli dei e del mondo, il cosidetto Ragnarök.

Forse non è un caso che il fratello di Hera si chiami Baldur e che la sua morte sia il preludio ad una catastrofe umana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...